Silvia Pasticci

Arrosto di lonza. Senza forno.

Arrosto di lonza. Senza forno.
Print Friendly, PDF & Email
Arrosto di lonza.

Arrosto di lonza.

Fare un buon arrosto di lonza non è difficile, bisogna solo stare attenti a non farlo cuocere troppo e, essendo la carne di maiale dolciastra, aromatizzarlo per bene. Se poi lo sfumate con un vino di buona qualità e lo fate cuocere in un tegame che sia appena più grande del pezzo di carne il gioco è fatto.

Se quando lo tagliate trovate che è rimasto un pochino troppo rosa basta versare la salsa molto calda sull’arrosto di lonza e, al limite, scaldare il tutto a fuoco bassissimo e rimarrà ben cotto senza essere secco.

Da servire insieme a polenta o purè di patate, il vostro pranzo della domenica si farà quasi da solo.

Arrosto di lonza.

Arrosto di lonza con gli aromi.

Arrosto di lonza.

Per 5-6 persone:

  • 1Kg di lonza in un pezzo.
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco.
  • 1/2 bicchiere di brodo o acqua.
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva.
  • 2 spicchi d’aglio.
  • 1 foglia d’alloro.
  • 1 rametto di rosmarino.
  • 1 rametto di salvia.
  • 1 cucchiaino di pepe nero in grani.
  • Sale, q.b.
  • Fecola di patate o di mais, q.b.

Iniziate asciugando per bene in vostro arrosto di lonza con della carta da cucina, salatelo e legatelo con spago da cucina con gli aromi da una parte, eccetto l’aglio ed il pepe.

In un tegame poco più grande della misura del arrosto di lonza fate scaldare l’olio a fuoco forte. Appena l’olio inizia a fumare adagiate la carne dal lato degli aromi. Giratelo ogni due minuti avendo cura di non pungere la carne. Alla fine del processo di doratura mettete nel tegame il pepe e l’aglio.

Sfumate la carne con il vino e, una volta sfumato l’alcool, il brodo (o l’acqua).

Fate cuocere al incirca per 25-30 minuti a fuoco basso e ben coperto. La carne sarà pronta quando premendola con un dito faccia un po’ di resistenza, più o meno come lo spazio tra pollice e indice se tenete il pugno chiuso (può sembrare un modo di misurare un po’ strano ma funziona, fidatevi).

Una volta tolta l’arrosto dalla salsetta mettete fecola di mais o di patate, pochissima alla volta, lasciate bollire un po’ mescolando spesso e vedete se vi convince la densità, al limite ripettete l’operazione.

Tagliate l’arrosto di lonza e mettetelo su un vassoio, irrorate con la salsa e servite.

Godetevi i vostri Pasticci ed alla prossima, o anche su facebook!

Besos.

0 Commenti

  1. geckogrip t mobile samsung

    What’s up, all is going nicely here and ofcourse every one is sharing data,
    that’s really fine, keep up writing.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *