Silvia Pasticci

I canestrelli di Genova de La Masca In Cucina.

Print Friendly, PDF & Email

Sono molto poco presente da queste parti da un bel po’ e ciò non è solo dovuto alle mie proverbiali pigrizia e procrastinazione.

Mi manca, come a tanti altri, Silvia Leoncini La Masca In Cucina, un folletto biondo mai fermo che sapeva trovare sempre e per tutti una parola adeguata di conforto e, in contemporanea, inimicarsi il mondo se prendeva a cuore un argomento, capace di lottare contro i mulini a vento come una Don Quijote dei fornelli pur di diffendere gli amici. Una rompicoglioni di prima categoria per coloro sui quali aveva messo una croce sopra,, una buonissima amica per il resto . Di certo Silvia non lasciava indifferente.

Non voglio piangere e la ricordo sorridente, mangiando di tutto e lamentandosi perché doveva essere a dieta (mentre la natura l’aveva dotata di gambe lunghe e sedere da eterna sedicenne e dell’ironia necessaria per prendersi in giro per il suo nasino non proprio alla francese), pianificando viaggi, libri da scrivere,  giornate di shopping, nuove ricette, cooking show, gite in moto e contest di ricette.

Anche se Silvia si dichiarava poco golosa di dolci non disdegnava una buona frolla fatta con il burro delle sue amate valli cuneesi, andate da lei per la ricetta. E cercate tra  le sue mille e una ricette, conoscerete la sua passione per il blog, la scrittura ed il territorio.

Silvia, dovunque tu sia, quando arrivo mi devi raccontare come va a finire Gnasiu, son troppo curiosa!

Manchi, ma ti pensiamo in tanti, ti sei fatta voler bene.

1 Commento

  1. Marco

    <3

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *