Silvia Pasticci

La mia prima crostata con (poca) frutta.

crostata con frutta
Print Friendly, PDF & Email

Mi è sempre piaciuta la crostata con la frutta comprata in pasticceria, così come i pasticcini di frolla con la crema dentro e i lamponi o le fragole sopra (al solo pensiero ho l’acquolina in bocca…), ma mi è sempre dispiaciuto addentarle e trovare la frolla molle, cosa c’è di peggio nella pasticceria?

Siccome mi trovo in fase “Parodi”, cioè cerchiamo di sfruttare le cose che vendono al supermercato e lavoriamo un po’ di meno, ho comprato una base di pasta frolla sottile e a base vegetale senza grassi idrogenati (ci tengo ad arrivare ai 40 anni) e per non rendere la mia crostata troppo pesante ho fatto poca crema. In pratica mi è venuto un biscottino con della crema e della frutta sopra.

Tornando al discorso della frolla umida… pensavo che si inumidisse per via della frutta. Ed ecco qua il mio grosso errore, ho messo poca frutta ma la prossima volta mi vendicherò, tanto ho visto che mettendoci sopra la gelatina non si bagna più di tanto, il seccondo (e ultimo) giorno era ancora buona. Bisogna dire che, almeno, nella mia crostata la frutta era sbucciata, non sono una grande amante del trovare le pesche noci con la pelle; a livello estetico sarà più bello ma, da brava schizzinosa, non amo ritrovarmela tra i denti.

Aspetto le vostre idee e ricette personalizate della crostata!!

Crostata con frutta.

  • Un rotolo di pasta frolla sottile
  • Marmellata di albicocca (in realtà quella che avevo, vanno bene tutte quelle di frutta)
  • 2 pesche noci (se volete essere tirchi come me)
  • 1 kiwi
  • 2 tuorli d’uovo
  • 50 g di zucchero semolato
  • 16 g di farina 00
  • 200 ml di latte
  • 2 strisce di buccia di limone
  • Gelatina per torte

Per primo, e con un grande sforzo da parte mia, ho srotolato la frolla e foderato la teglia e l’ho fatta cuocere in forno a 180°C per 12 minuti, è rimasta bella dorata. Tirare fuori dal forno e far raffreddare.

Mescolare bene con la frusta la farina con i tuorli d’uovo. Intanto, portare a bollore 150 ml di latte con lo zucchero e la buccia di limone. Mescolare il latte freddo a la miscela di tuorli e farina e aggiungere, a filo e mescolando velocemente, il latte bollente.

Filtrare la crema liquida e passarla di nuovo al pentolino, far sobbollire per qualche minuto finchè non sembrera una besciamella. Far raffreddare avendo cura di coprirla con della pellicola per alimenti a contatto con la crema.

Sempre per questa mia paura dell’umidità nella frolla, ho spennellato abbondantemente con della marmellata di albicocca il guscio di frolla freddo. Mettere sopra la crema FREDDA, decorare con la frutta e coprire con gelatina per torte da preparare secondo le istruzzioni del fabbricante.

L’ho chiamata leggera perchè non rimane alta, quindi è perfetta per una merenda o un dopo cena senza esagerare.

Godetevi i vostri Pasticci ed alla prossima, o anche su facebook!

Besos.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *