Silvia Pasticci

Goulash ungherese. Ricca ricetta invernale.

Goulash ungherese.
Print Friendly, PDF & Email
goulash ungherese

Goulash ungherese, ricco piatto invernale.

Il goulash ungherese può essere una bella idea se avete degli invitati che sono amantissimi delle spezie, specialmente della paprika, quindi procuratevi un bel pezzo di carne, tante cipolle e una paprika di alta qualità perchè è proprio lei la protagonista del goulash ungherese.

La ricetta di questo goulash viene dal mio primo libro di cucina, in pratica costrinsi mia madre a comprarlo… il libro s’intitola Cocina esencial e i suoi autori sono tedeschi (anche se non sono conosciuti per le loro bontà culinarie il libro è molto bello) ed è un compendio di ricette basiche con delle arie un po’ internazionali, diciamo il libro che ti serve quando ti indipendizzi a 20 anni, purtroppo sono cose che da queste parti non sono fattibili ma pazienza, non sono argomenti da trattare in un blog di cucina… Ad ogni modo sul libro dicono che questo goulash ungherese è fedele all’originale in quanto la ricetta gli è stata data da un loro amico che vive sul confine con l’Ungheria.

Noi abbiamo goduto come dei porci (non conosco modo più fine di dirlo e che rappressenti al 100% le sensazioni provate) mangiando questo goulash ungherese con del purè di patate ma altre volte lo abbiamo mangiato con della polenta e, credetemi, non sfigura neanche così. Se pensate che si può pure cucinare in anticipo per poi scaldarlo a fuoco lentissimo, direi che risulta ideale se avete degli invitati.

Goulash ungherese. Ricca ricetta invernale.

Per 4-5 mangioni come piatto unico:

  • 1,2Kg di carne di spalla di bovino adulto (una volta pulita di tendoni e parti brutte, che potrete tenere per fare un brodino per il risotto).
  • 800g di cipolle bianche.
  • 4 spicchi d’aglio.
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva.
  • 10 cucchiai di acqua.
  • 1 cucchiaio di aceto bianco.
  • 5 cucchiai di paprika dolce.
  • 1 cucchiaino di maggiorana.
  • 1 cucchiaino di cumino.
  • 1 cucchiaino di timo.
  • Sale, q.b.
  • Pepe, q.b.

Iniziate preparando le spezie che serviranno per il goulash ungherese. In una ciotolina mettete due cucchiai di paprika che andranno quasi a fine cottura, in un’altra mettete l’acqua e l’aceto bianco ed in un’altra ancora mettete tre cucchiai di paprika, un cucchiaino di maggiorana, un’altro di cumino (in polvere o i semi) e finalmente il timo e i quattro spicchi d’aglio tritati piccolissimi.

Tritare a mano e molto sottili le cipolle (con un robot rimarrebbero un po’ troppo spappolate).

Tagliate la carne a pezzeti regolari spessi più o meno come un dito e lunghi circa quattro centimetri, è come il goulash ungherese viene più buono quindi vi sconsiglio vivamente di comprare lo spezzatino già pronto, anche perchè partendo dal pezzo grande potrete sgrassarlo e ripulirlo bene e, sinceramente, è molto più piacevolo mangiare sapendo che non si troveranno dei nervi o tendini nella carne.

Mettere a scaldare a fuoco medio l’olio d’oliva in una pentola larga, versare le cipolle e farle appassire, quando inizieranno a dorarsi mettere la carne e farle perdere il colore rosso intenso, il colore “crudo”, dopodichè versate il contenuto della ciotolina con la miscela di spezie e aglio, girate un po’ e versate l’acqua miscelata con l’aceto.Salate e pepate.

Abassate il fuoco e coprite, girando solo di tanto in tanto e aggiungendo acqua solo se vedete che si asciuga troppo, l’acqua che rilasciano le cipolle e la carne dovrebbe essere sufficente.

Passata un’ora e mezza controllate il goulash e aggiungete l’altra paprika che era stata lasciata da parte e poca acqua, lasciate cuocere un po’ e servite caldissimo acompagnato di polenta, tagliatelle in bianco, spaetzle o purè di patate o lasciatelo riposare per scaldarlo il giorno dopo a fuoco bassissimo.

Godetevi i vostri Pasticci ed alla prossima, o anche sulla mia pagina facebook o su quella del gruppo di amici blogger!

Besos.

 

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *