Silvia Pasticci

Il pranzo della domenica più semplice che c’è

Pollo arrosto con verdure.
Print Friendly, PDF & Email
Pollo e verdure al forno.

A chi non piace?

Ecco un pranzo della domenica in casa Pasticci.

Ha un bel aspetto, vero? e chi lo direbbe che richiede ben poco sforzo… Ottimo se a Natale non volete passare le giornate in cucina o se avete degli ospiti improvissi (sempre che abbiate un pollo intero a casa, ovvio 😉 ).

Tutto si fa in forno, quindi dopo non dovrete stare a pulire dei gran fornelli e potrete andare a farvi una passeggiata tranquillamente, tempo permettendo.

Ovviamente tutte queste cose non le direte mai al parente schizzinoso-gourmet o vi rovinerete a da soli!!

Iniziamo dai peperoni, in casa pasticci si fa la pizza tutti i sabati sera, approffitando del forno caldo ho infilato due peperoni, così da averli freddi domenica mattina e potterli spellare. Questi vengono fatti in ogni luogo sul pianeta ma ora vi dico come li condiamo in Spagna:

Pollo arrosto con verdure.

  • 2 peperoni arrostiti e tenuti dentro ad un sacchetto di carta per riuscire a staccare meglio la pelle.
  • Olio extravergine d’oliva, q.b.
  • Aceto di vino bianco, q.b.
  • Aglio tritato, q.b. (in Spagna q.b. quando si tratta d’aglio è un sacco!) ovviamente facoltativo.

Le verdurine sono state mangiate anche da Figlio, quindi può sevire come idea per bambini schizzinosi… Non vi do delle quantità precise, dipende da quanti siate:

  • Zucchine tagliate a bastoncini
  • Carote tagliate a bastoncini
  • Sale q.b.
  • Olio d’oliva, pochissimo
  • Salsa di soia dolce

Dopo aver lavato e tagliato le verdure le ho messe nella teglia  il sale, un goccio d’acqua ed un’altro d’olio e poi le ho girate per bene con le mani perchè si ungessero tutte senza doverci mettere troppo olio.

Sono state messe in forno insieme al pollo a 180°C e circa un’ora, ogni tanto le tiravo fuori per girarle e, quando erano quasi cotte, ho aggiunto un cucchiaio di salsa di soia dolce che le ha rese stupende! se non trovate la soia potete provare con pocchissima glassa di aceto balsamico, ma proprio poca!

Il pollo è stato preparato nel modo più facile che ci sia e con pocchissimi ingredienti e, devo dire, che anche al parente schizzinoso-gourmet che ogni tanto capita a casa mia è piaciuto.

  • 1 pollo piccolo di circa 1,200 Kg
  • 1/2 limone
  • 4 spicchi d’aglio in camicia
  • 2 rametti di rosmarino
  • Sale
  • Pepe
  • Poco olio d’oliva per spennellare il pollo

Dopo aver lavato bene il pollo lo salo e pepo all’interno ed all’esterno, metto tutti gli aromi ed il limone dentro al pollo e lo spennello con l’olio d’oliva.

Il pollo si inforna prima con il petto al in giù per circa 20 minuti, si spennella ogni tanto con i suoi succhi si gira e si tiene in forno per altri 40-50 minuti. Se volete che la pelle sia dorata accendete il grill gli ultimi minuti. Il pollo è pronto quando pungendo la coscia esce liquido trasparente e non più rosso.

Quando tirate il pollo fuori dal forno estraete dall’interno l’aglio, il rosmarino ed il limone (così nessuno saprà mai com’è stato fatto 😉 ) e spremete quest’ultimo sui succhi che ha lasciato il pollo ed irrorate la carne con il miscuglio.

Sarà molto buono, ma io negherò sempre aver scritto questo post se mi vengono a chiedere la ricetta… è un segreto tra di noi.

Godetevi i vostri pasticci e alla prossima. O anche su facebook!

Besos.

7 Commenti

  1. Giovanni, Peccato di Gola

    ricetta facile e appetitosa! peccato che a casa mia la domenica non si mangia il pollo, da napoletani si mangia il classico ragù 😀 ciao complimenti!

  2. pasticcidisilvia (Autore Post)

    Voi italiani siete molto attaccati alle tradizioni regionali (e fate bene) in Spagna, e specialmente a casa mia, non siamo molto rispettosi delle tradizioni, non esisti IL piatto della domenica e se tu vedessi il mio ragu fatto in pentola a pressione ti verrebbe un colpo!

  3. Silvia

    Secondo me il ragù può venir buon anche nella pentola a pressione! Nn ho mai provato,ma in fondo si dimezzano solo i tempi di cottura, senza intervenire sulla ricetta, per cui… Io non lo sottovaluterei!
    ( vediamo se riesco almeno stavolta a postare il commento!)

  4. Silvia

    Ci sono riuscitaaaaaaa !

  5. giusy

    che buono!! è anche semplicissimo da fare!! grazie per l’idea!

  6. pasticcidisilvia (Autore Post)

    Grandeeee! se è per risparmiare tempo si può fare pure il risotto nella pentola a pressione… ma risulta un po’ “eretico” per raccontarlo in uno pseudo blog di cucina!

  7. pasticcidisilvia (Autore Post)

    Chiedi ad un pigro e ti dirà il modo più semplice di fare le cose ;-P, filosofia Parodi la chiamano anche.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *