Silvia Pasticci

Pisto, la versione spagnola della peperonata.

Print Friendly, PDF & Email
Pisto

Pisto.

Non immagino quante peperonate voi abbiate preparato quest’estate… oggi io vi presento il pisto, la versione spagnola della peperonata.

In Spagna i primi piatti sono solitamente verdure, minestre, legumi… e si tende a mangiare tanti piatti unici (se viaggiate là troverete dei primi piatti un po’ troppo carichi di proteine, è perchè in realtà sarebbero dei piatti unici…). Quindi se volete il pisto può essere un contorno, un primo piatto (buonissimo anche per condire la pasta) o un piatto unico se lo accompagnate con uovo, pezzetti di lonza saltata in padella e salsiccia come fanno in più di una trattoria tradizionale.

Pronti a sfruttare le ultime zucchine della stagione?

Pisto.

Ingredienti per 4 persone:

  • 3 grosse cipolle dorate o bianche.
  • 2 peperoni rossi o gialli (meglio ancora se avete i frigitelli verdi).
  • 6-7 zucchine, meglio se scure perchè rilasciano più acqua in cottura.
  • 4 cucchiai di passata di pomodoro.
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva.
  • Sale, q.b.

In una larga padella e a fuoco vivace facciamo rosolare la cipolla tagliata a cubetti grossolani, appena inizia a dorarsi la cipolla del nostro pisto unite i peperoni tagliati a cubetti simili a quelli della cipolla.

Quando le prime verdure iniziano a dorarsi uniamo le zucchine tagliate anch’esse a cubetti, giriamo un po’ e poco dopo aggiungiamo il pomodoro. Saliamo, mettiamo un coperchio al pisto e abbassiamo il fuoco a medio basso.

Dopo circa 30-40 minuti il pisto sarà pronto. Per quello della foto io ho tagliato delle patate a cubetti e le ho fritte, messe in un coppapasta poi messo un altro strato di pisto e per finire l’uovo al tegamino per una presentazione un pochino più particolare. E, perchè no, se fate una torretta molto piccolina con un uovo di quaglia in cima potrebbe anche essere un bel antipasto per i giorni di festa…

Godetevi i vostri Pasticci ed alla prossima, o anche su facebook!

Besos.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − 17 =