Silvia Pasticci

Spezzatino di tacchino con verdure, classico e semplice.

Print Friendly
Spezzatino di tacchino classico e semplice.

Spezzatino di tacchino con verdure, classico e semplice.

Quando le giornate sono fredde a Casa Pasticci sono molto graditi sia gli spezzatini accompagnati da polenta sia i piatti unici da mangiare col cucchiaio

Di solito non faccio lo spezzatino di tacchino ma ero di fretta al supermercato e di passaggio ho visto il vassoio di spezzatino di tacchino già tagliato e ho colto l’opportunità al volo per provare a farlo usando la ricetta che mia madre usava per le polpette di manzo, ovviamente con le dovute accortezze!

Per accompagnare lo spezzatino di tacchino non mi sembrava il caso di fare la polenta: primo perchè non mi sembrava che potesse stare bene e poi perchè lo spezzatino si fa in poco tempo, mi sembrava assurdo accompagnarlo con la polenta che ci impiega 45 minuti di lavoro continuo, dato che non ho un paiolo elettrico… Così il mio spezzatino è stato accompagnato di patate rosse fritte a cubetti, per la gioia di Figlio che ha gradito sia i bei colori del piatto che il suo gusto.

Pronto in tavola, accomodatevi, prego.

Pronto in tavola, accomodatevi, prego.

Per tre persone:

  • 600g di spezzatino di tacchino tagliato a pezzi di dimensioni simili
  • 2 carote
  • 1 cipolla
  • 3 cucchiai di passata di pomodoro
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1/2 bicchiere di vino
  • 300ml di acqua, circa
  • 150g piselli surgelati
  • Farina q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Controllate il tacchino per togliere eventuali pezzi di grasso e per regolare la misura dei cubetti, infarinate la carne e scuottete la farina in eccesso.

Tagliate la cipolla a pezzetti e tritate l’aglio, mettetelo da parte. Fate altrettanto con la carota.

In un tegame largo abbastanza da contenere la carne comodamente versate l’olio d’oliva (2 cucchiai dovrebbero bastare) e alzate al massimo la fiamma. Mettete la carne e non giratela finchè non avrà fatto la crosticina. Quando tutto il tacchino sarà ben dorato toglietelo dal tegame e riservatelo.

Nel tegame dove è stato dorato il tacchino aggiungete un pochino di olio d’oliva e mettete a soffriggere la cipolla e l’aglio e abbassate a fuoco medio. Quando la cipolla diventerà trasparente aggiungete la carota e fatela appassire per 3-4 minuti. Sfumate con il vino e quando sarà evaporato l’alcool, nel giro di altri 3-4 minuti, aggiungete la passata di pomodoro e, poco dopo, l’acqua, sale e pepe. Coprite a metà il tegame, così evaporerà meglio l’acqua. Lasciate ridurre ed addensare la salsa (circa 15 minuti).

Quando vedrete che la salsa è vellutata aggiungete i piselli e non appena sarà ripartito il bollore della salsa unite la carne di tacchino perchè finisca di cuocersi e perchè prenda il gusto della salsina di verdure.

Polenta, patate bollite, patate fritte… saranno ottimi contorni per questo spezzatino che, avendo già dentro un po’ di verdure potrebbe, facilmente, diventare un piatto unico invernale, basterà aumentare un po’ le dosi.

Godetevi i vostri Pasticci ed alla prossima (o anche su facebook).

Besos.

 

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + tre =