Silvia Pasticci

Uno strappo alla regola…

verdure fritte in pastella di birra
Print Friendly, PDF & Email

Pastella “alternativa” che rimane croccante molto a lungo.

Ma daaaai che una volta ogni tanto ci sta e, se poi, è pure semplice e rimane pure buona un po’ più delle altre pastelle ci si può pensare a farla per un aperitivo a casa.

Questa ricetta la faceva mia madre con i carciofi e per me era una festa, croccanti, saporiti ma senza sapere troppo di verdura (me li faceva da bambina prima di imparare ad apprezzare lo spinoso ortaggio)… mmmm me li ricordo ancora.

Dosi misurate con l’occhiometro e da calibrare in funzione di quanta verdura prepariate:

  • uovo
  • farina
  • birra chiara
  • sale da aggiungere a frittura finita
  • olio di semi d’arachide
  • zucchine
  • carote
  • carciofi
  • cavolfiore tagliato a cimette piccole sbollentato 3 minuti

Sbattete l’uovo e aggiungete farina fino a far venire un pastone denso che poi renderete liquido (come la panna liquida da montare, tipo) aggiungendo la birra chiara.

Tagliate a bastoncini non sottilissimi le verdure e mescolate bene con la pastella. Devono essere ben ricoperte e devono anche riposare un paio d’ore.

Friggete in olio profondo e ben caldo, girando una volta sola, una volta che la verdura sarà dorata scolatela bene e asciugatela con carta da cucina o carta paglia per fritti. Salate, mescolate bene il sale e servite su un altro piatto con carta paglia pulita.

Non bevo mai ma vi direi di accompagnare questa frittura con la birra che avete usato per la pastella. Buono, vero?

Godetevi i vostri pasticci ed alla prossima. O anche su facebook!

Besos.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *