Silvia Pasticci

Crostini con crema di fave, pecorino e guanciale.

Print Friendly, PDF & Email

Oggi siamo alla Giornata Nazionale di fave e pecorino del Calendario del Cibo Italiano.

Ovvio che in un calendario così studiato non sia affatto un caso che fave e pecorino festeggino oggi la loro giornata. Il primo maggio, festa dei lavoratori, andare a fare una scampagnata fuori porta è un vero classico e anche portare delle fave sfruttando la fine della loro stagione. Accompagnate da pecorino e salame, o altri salumi speziati, danno il meglio di se.

Ho preparato questi crostini con crema di fave, pecorino e guanciale per uscire un po’ dal solito e anche perché, purtroppo, a fine aprile le fave non sono sempre buone da mangiare crude.

Mi accompagnate in cucina?

Crostini con crema di fave, pecorino e guanciale.

Per 5-6 crostini.

  • 200 g di fave fresche già sgusciate e senza la pellicina.
  • 40 g di robiola (o di un altro formaggio spalmabile).
  • 6 fette di guanciale tagliato sottile.
  • 18 scaglie di pecorino (sceglietelo del grado di stagionatura che preferiate).
  • 6 fette di pane.
  • 1 cucchiaino di olio extravergine d’oliva.
  • 1 pizzico di sale.

Fate sbollentare le fave per 2 minuti. Scolatele e lasciatele raffreddare.

In un frullatore mettete le fave, la robiola, l’olio ed il sale. Frullate finché non avrete una crema setosa. Tenete da parte.

In una padella senza grasso fate dorare dai due lati le fette di guanciale, togliete dal fuoco e mettete su cartadda cucina.

Grigliate il pane. Spalmateci la crema di fave, adagiateci il guanciale e mettete anche le scaglie di pecorino.

Volendo potete portarvi tutto al vostro picnic e assemblare i crostini con crema di fave, pecorino e guanciale in loco.

Godetevi i vostri Pasticci ed alla prossima!

Besos.

 

14 Commenti

  1. Paola Sartori

    Noi adoriamo i pic-nic dentro casa.. lo chiamiamo serata panino e tocca di sabato;)

    Replica
    1. Silvia (Autore Post)

      È fantastico fregare i propri figli per non dover cucinare una volta ogni tanto! 😉😉😉

      Replica
  2. Patty

    Cara Silvia, devo annotarmi la ricetta di questa crema perché è davvero interessante e può essere utilizzata anche per farcire qualche altra preparazione.
    Sul più rustico crostino fa sempre al sua figura ed il guanciale croccante che te lo dico affà?
    Bellissima idea.
    Un abbraccio.

    Replica
    1. Silvia (Autore Post)

      Grazie Patty, un forte abbraccio anche a te. ❤❤❤

      Replica
  3. Tamara Giorgetti

    Fave e guanciale un matrimonio perfetto, quanto mi piacciono questi crostini non te lo dico, da rifare subito, prima che finiscano le fave…saluti

    Replica
    1. Silvia (Autore Post)

      Se sono fave troppo grosse una sbollentata e via!
      Grazie della visita Tamara.

      Replica
  4. Leila

    Devono essere ottimi

    Replica
    1. Silvia (Autore Post)

      Erano, erano…

      Replica
  5. Giuliana

    ganza questa crema! Saporita e versatile, gran bella idea Silvia!

    Replica
    1. Silvia (Autore Post)

      Grazie mille Giuliana!

      Replica
  6. Katia Zanghì

    Buoni e golosi questi crostini, Silvia!

    Replica
    1. Silvia (Autore Post)

      Malgrado continui a comprare ingredienti “esotici” sin sempre più dell’idea che con pochi, poveri ingredienti si ottengano ottimi risultati 😉

      Replica
  7. alessandra

    mia mamma li chiamava “mangiare all’americana” 🙂
    e resta comunque il mio modo di mangiare preferito. anche perche’ mentre spizzioc faccio dell’altro 🙂

    Replica
    1. Silvia (Autore Post)

      Anche noi spagnoli, per le feste, spilucchiamo roba variegata messa in mezzo al tavolo.

      Replica

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti + diciannove =