Silvia Pasticci

Paccherini piña colada con gamberi per mtchallenge.

Print Friendly, PDF & Email

Ecco, come ogni mese (esclusa estate e dicembre), che esco dal mio ostracismo patologico degli ultimi tempi per cucinare per la sfida di MTChallenge.

 

E per la sfida 67 e grazie a Cristina Galliti di “Poveri, ma belli e buoni” – conosciuta anche come la Signora delle Acciughe”, questo mese di settembre si cucina la pasta con il pesce. Sta pazza furiosa brava donna ha scritto un articolo talmente preciso e chiarificatore sulle paste con il pesce che si potrebbe chiamare “La Bibbia dello spaghetto col pesce”, cliccate qui e capirete…

E una come me, che esce dalla caverna una volta al mese e solo per comprare gli ingredienti della sfida, cosa può fare quando vede un’edizione speciale di paccherini con purea di ananas? Ovvio; comprarli, pagarli come l’oro, arrivare a casa e dire “e ‘mo?”.

Da brava fessa faccio vedere l’acquisto e, apriti cielo, ci sono delle aspettative per quanto riguarda la mia ricetta! Oh mammina mia… e ora cosa faccio? Mi ritiro? Vado in Messico? Mi ubriaco?… mi ubriaco? SÌ, MI UBRIACO!

Hai dei paccherini all’ananas e vivi vicino a Santa Margherita Ligure, conosciuta per i suoi gamberi viola? Belin, pigli e ti ubriachi di paccherini di piña colada con gamberi!

Pochi buoni ingredienti e tecnica, quella meravigliosamente spiegata da Cristina La Signora delle Acciughe, e il piatto speciale è servito.

Paccherini di piña colada con gamberi.

Per 4 persone:

  • 250 g di paccherini all’ananas.
  • 400 g di gamberi viola di Santa Margherita Ligure.
  • 250 ml di acqua.
  • 100 ml di rhum scuro di buona qualità.
  • 1/2 noce di burro.
  • Sale, q.b.
  • Cocco grattato, q.b.

Sgusciate il gamberi e fate dorare teste e carapaci in un pentolino con del burro. Appena si saranno coloriti versate il rhum e lasciate sfumare a fuoco vivace, dopo 4 minuti versate l’acqua, abbassate la fiamma e lasciate sobbollire per 20-25 minuti. Otterrete un brodino dal gusto molto intenso dove poi faremo saltare la pasta.

Fate bollire la pasta e scolatela molto al dente per finire di cuocerla in padella dove avrete aggiunto il brodino di gamberi al rhum e i gamberi tagliati a pezzi, non saltate i gamberi per più di 2/3 minuti.

Servite subito con un pizzico di cocco grattato per finire la piña colada di gamberi.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × 3 =