Silvia Pasticci

Attrezzatura basica per pane casalingo.

attrezzatura basica per pane casalingo
Print Friendly, PDF & Email
Attrezzatura basica per pane.

Attrezzatura basica per pane.

 

Questa è quella che io considero attrezzatura basica per pane, non è che ci siano cose tanto strane, a parte un paio, ma mi sembrava giusto farvele vedere tutte insieme perchè spesso ne parlo ma non è tanto chiaro come vederlo tutto insieme.

 

Attrezzatura basica per pane.

 

 

 

Ovviamente il primo pezzo di questa attrezzatura basica per fare il pane è la bilancia ma, secondo me, la parte più importante è usarla per pesare l’acqua perchè in funzione di quanta se ne usi cambia la tipologia di pane che otterremo.

 

 

 

Un’altra cosa che fa molto comodo avere, sia per il pane che per fare i dolci, è una ciotola con il fondo concavo, non piatta. Per fare creme o pastelle va bene perchè con la frusta si arriva bene dappertutto e per gli impasti lievitati è comoda perchè si estraggono senza molte difficolta. Se poi ha il coperchio è perfetta anche per far lievitare, tradizione vuole che si coprano gli impasti con un panno umido ma io ho sempre paura di sbagliare il panno e metterci sopra quello che è stato lavato con ammorbidente…

 

 

Anche se fate gli impasti con una planetaria darete anche un’impastata a mano ai vostri pani quindi trovo essenziale avere un tappeto in silicone come questo, si può lavare comodamente e non è poroso come il legno delle spianatoie che trovo sporche di suo perchè non si immergono mai nell’acqua.

 

Come ho detto prima non amo coprire il pane con i panni di lino tradizionali, se l’impasto può crescere nella ciotola, come per esempio quello della pizza, lo copro con il coperchio della ciotola e se deve lievitare nella teglia ungo della pellicola per alimenti con un pennello immerso nel olio d’oliva e copro con quella. Questo trucchetto fa specialmente comodo con gli impasti delle brioche che sono più appiccicosi e si potrebbero “strappare” se si attaccassero alla pellicola per alimenti non unta.

 

Le spatole non sono imprescindibili ma agevolano di molto il lavoro sia per tagliare (quella metallica) che per tirare l’impasto lievitato fuori dalla ciotola e aiutarci ad impastare le ricette più ricche di acqua e meno maneggevoli. Essendo la ciotola concava già si attacca meno e se ci facciamo aiutare dalla spatolina evitiamo di “strapparla” con le dita, cosa che rovinerebbe la lievitazione.

 

Le ultime due cose molto utili, e che credo dovrebbero formare parte della vostra attrezzatura basica per pane fatto in casa, possono sembrare le più strane di tutto l’elenco. La prima è un cutter comprato in un negozio di ferramenta e che viene usata SOLO per tagliare il pane prima di infornare, ci sono attrezzi specifici ma con questo me la cavo abbastanza bene e ho speso solo 90 centesimi… Io ero straconvinta che i tagli del pane venissero fatti prima della lievitazione e, invece, si scopre il pane poco prima di andare in forno, così che secchi lievemente in superficie e si tagli meglio, subito prima di andare in forno si da un taglio deciso, le prime volte non verrà bellissimo ma poi ci prenderete la mano. Per me è magico sedermi per terra, davanti al forno, e vedere come il taglio si apre ed si forma quella parte che tanto mi piace mangiare. Ora penserete “e quello spruzzino?” e io vi chiederò “avete mai mangiato la baguette francese? Quella che ha tutta la crosta frastagliata? Quella che sembra avere delle micro bollicine in superficie?” bene, se volete avere quel effetto dovrete spruzzare un po’ da acqua sul vostro pane prima di infornarlo. Folle ma vero.

 

Vi è piaciuto questo articolo sulla attrezzatura basica per pane fatto in casa?

 

Godetevi i vostri Pasticci ed alla prossima, o anche su facebook!

 

Besos.

 

 

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *